ROCCAROMANA. 67enne finisce ai domiciliari per armi abusive

ROCCAROMANA – I Carabinieri della Stazione di Pietramelara (CE), in quel centro, hanno dato esecuzione all’ordine di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE).

Tale ordinanza è stata emessa nei confronti del pregiudicato Zarrillo Antonio, cl. 1950, residente a Roccaromana (CE), ritenuto responsabile di detenzione illegale di armi clandestine, evasione e ricettazione.

I militari dell’Arma, a seguito della perquisizione domiciliare hanno rinvenuto un fucile sovrapposto cal. 12, marca “silhouette” con matricola abrasa occultato in un locale di pertinenza dell’abitazione nonché una pistola lancia razzi cal. 22 mod. 1900 marca “mondiali”, priva di matricola, con serbatoio contenente 6 cartucce cal. 6 mm flobert, nascosta all’interno del garage. Le armi, unitamente al citato munizionamento, sono state sequestrate.

L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria residenza.

Inoltre, a seguito di una successiva perquisizione domiciliare effettuata dopo un ulteriore deferimento di Zarrillo Antonio per l’evasione dagli arresti domiciliari, avvenuta in mattinata, i militari dell’Arma hanno rinvenuto anche un secondo fucile da caccia cal. 12, modificato con canne segate e matricola abrasa, contenente 2 cartucce, perfettamente funzionante.