Rissa ad Aversa. Denunciati 4 ragazzi, 2 del posto e 2 di Teverola

La rissa sarebbe scoppiata per futili i motivi, degenerata a causa di vecchi dissapori tra le parti

Immagine di repertorio

Aversa – Nell’ambito delle attività finalizzate al controllo e alla repressione dei reati predatori, in particolare con riferimento al fenomeno della cd. “movida Aversana”, in data odierna, il personale di questo Commissariato, diretto dal 1° Dirigente della Polizia di Stato Dott. Vincenzo GALLOZZI, ha denunciato in stato di libertà 4 ragazzi per il reato di rissa e false dichiarazioni a P.U.

Gli stessi sono stati altresì sanzionati ai sensi dell’ art 688 c.p. per manifesta ubriachezza. Com’è noto, alle ore 23:00 circa di sabato 06.06.2020, giungeva presso questi Uffici, segnalazione di una rissa in atto in piazza Lucarelli ad Aversa: immediatamente la Volante del Commissariato si portava sul posto ove, nonostante la numerosa presenza di persone, riusciva ad identificare 2 ragazzi di Teverola, C.N. e C.N. coinvolti nella vicenda.

Dalle informazioni apprese e dall’analisi delle telecamere di video sorveglianza presenti sul posto, i Poliziotti dell’Ufficio controllo del Territorio riuscivano ad individuare altri due partecipanti all’evento criminoso. Quest’ultimi, C.R e P.F., entrambi Aversani e con precedenti di Polizia fornivano tuttavia dichiarazioni discordanti.

Infatti la visione e l’analisi delle immagini portavano alla conferma della partecipazione dei quattro, i quali, vistisi oramai scoperti, confermavano la loro partecipazione alla rissa. Futili i motivi dell’aggressione, degenerata a causa di vecchi dissapori tra le parti.

L’intensa attività info/investigativa svolta, ha consentito di ricostruire interamente la vicenda e nel giro di pochi giorni individuare i partecipanti all’evento criminoso, ora indagati a vario titolo per i reati di rissa e false dichiarazioni a P.U.