Estorsioni per conto del clan. Chiesti 78 anni di carcere per 14 imputati

Il Pm ha fatto la sue richieste di condanna

Immagine di repertorio

CASAL DI PRINCIPE – Nel processo che vede imputati 14 persone per il reato di estorsione per conto del clan arrivano le richieste di condanna del Pm della Dda di Napoli.

Sono accusati a vario titolo di estorsione ai danni del titolare di un ristorante e di due attività del settore alimentare nel periodo tra il 2003 ed il 2006 per conto del clan dei casalesi fazione Bidognetti.

Ecco le richieste del pubblico ministero:

5 anni per Biagio Ianuario, 41 anni, 6 anni per Giovanni Sciorio, 47 anni, 7 anni Annibale Tummolo, 51 anni, 6 anni Antonio Santamaria, 43 anni, 6 anni Antonio Baldascini, 57 anni di Casal di Principe, 8 anni Vincenzo Della Corte, 63 anni di San Cipriano d’Aversa, 4 anni Mario Migliozzi, 60enne di Castel Volturno, 6 anni Umberto Maiello, 59enne di Casal di Principe; 5 anni Nicolò Giovanni, 40enne di Capua; 6 anni Biagio Santamaria, 39enne di Cancello ed Arnone, 5 Luigi Bitonto, 42 anni di Napoli, 5 anni Ferdinando De Rosa, 30 anni di Cancello ed Arnone, 6 anni Antonio Ruocco, 51enne di Carinola e 6 anni Salvatore Ianuario.

Nel collegio difensivo gli avvocati: Angelo Raucci, Stefano Martone, Mirella Baldascino, Paolo Raimondo. La sentenza è prevista per il 14 settembre.