Revocata la protezione al boss Belforte. Avrebbe mentito sulla morte di Angela Gentile

MARCIANISE- La commissione centrale del Viminale ha revocato il piano di protezione per l’ex boss Salvatore Belforte e per i suoi familiari.

Secondo da quanto appreso dagli inquirenti , il boss avrebbe mentito e cercato di occultare la verità sulla morte di Angela Gentile, l’amante di suo fratello scomparsa nel 1991.

Quindi, a seguito della richiesta della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, la Commissione Centrale presso il Ministero dell’Interno è stata decisa la revoca del piano di protezione nei confronti di Salvatore Belforte, capoclan di Marcianise.

Le sue dichiarazioni sul caso Angela Gentile si sarebbero rivelate tutte false e prive di fondamento.