Resti umani trovati in Vaticano. Saranno analizzati a Caserta. Un mistero di oltre 30 anni

Le ossa saranno inviate ed analizzate nel capoluogo Casertano

CASERTA – Le ossa trovate lo scorso 30 ottobre nella Nunziatura Apostolica di Roma sono state sequestrate dai carabinieri.

Sarà un laboratorio di Caserta, specializzato in questo tipo di analisi, a scoprire la verità su quei resti.

Gli esami partiranno a fine mese. Gli specialisti cercheranno di estrarre il DNA dai resti ossei, procedura alquanto complicata, per poi compararlo con quelli di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori.

Sono le due minorenni scomparse a Roma nel 1983 e delle quali non si hanno avuto più notizie. Intanto la procura di Roma ha avviato un’indagine per omicidio contro ignoti.