FRATTAMAGGIORE – Sono in corso tutti gli accertamenti da parte della scientifica per ricostruire nei minimi dettagli la dinamica della rapina avvenuta ieri nel comune di Frattamaggiore intorno alle 19,45 su Corso Durante.

Da una prima ricostruzione i rapinatori erano 3 e non più 4, come inizialmente ipotizzato. Due banditi, con il volto coperto da maschere di carnevale, sono arrivati presso la gioielleria Corcione, ed avrebbero minacciato il titolare armati di pistola.

Il titolare, però, avrebbe reagito dando inizio ad una colluttazione, durante la quale uno dei due rapinatori avrebbe sparato due colpi di pistola. Sempre in base ad una prima ricostruzione, il titolare a sua volta avrebbe impugnato la sua arma, legalmente detenuta, sparando un unico colpo, che ha ucciso il 26enne di Caivano Raffaele Ottaiano.

Il secondo rapinatore, invece, si chiama Luigi Lauro, nato a Caserta, 28enne, e residente a Crispano (Napoli), bloccato ed arrestato dall’ispettore della Polizia di Stato contro il quale il malvivente ha puntato la pistola calibro 9X21.

Il terzo complice è in fuga, ma le autorità sarebbero già sulle sue tracce. Quindi da questa prima ricostruzione il gioielliere si sarebbe difeso dalla violenza dei rapinatori, i quali erano armati fino ai denti con pistole cariche e pronte a fare fuoco.

Saranno gli ulteriori accertamenti e fare luce sull’intera vicenda, inoltre sono al vaglio degli inquirenti le immagini di video sorveglianza.