Due rapine in poche ore. Arrestati due Casertani dai carabinieri

In giro in bicicletta a fare rapine

MARCIANISE / CASAGIOVE – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise (CE), unitamente ai militari della Stazione di Macerata Campania (CE), in Marcianise e Recale (CE), hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per rapina in concorso, di Giuseppe Di Nuzzo, 29 anni, residente a Maddaloni (CE) e di Di Carmine Saverio, 27 anni, residente a Capodrise (CE), in atto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

I due si sono resi responsabili, nelle prime ore di questa mattina, di due rapine commesse ai danni di due esercizi commerciali di Marcianise e Casagiove (CE).

Nella circostanza gli arrestati, con volto travisato da passamontagna, hanno fatto ingresso nella pizzeria di Piazza Principe di Napoli del comune di Marcianise e, con la minaccia di una pistola ed un coltello, si sono fatti consegnare la somma in contanti di di € 10,00, dandosi poi alla fuga a bordo di due biciclette e mandando in frantumi due vetrine.

Dopo circa due ore dal citato evento delittuoso e mentre l’Aliquota radiomobile di Marcianise era già sulle tracce dei due,  di cui uno evaso dagli arresti domiciliari,  questi ultimi hanno perpetrato una seconda rapina  presso un bar di Casagiove, sito in via nazionale appia, asportando questa volta, con il medesimo modus operandi, il contenuto del registratore di cassa ammontante a circa €210,00 in banconote di vario taglio.

I militari dell’Arma dopo poco hanno intercettato e bloccato i malviventi che allo scopo di eludere la cattura si erano divisi. Infatti gli stessi sono stati catturati nei comuni di Recale e Marcianise, ancora in sella alle loro biciclette. Le successive perquisizioni personali e domiciliari hanno permesso di rinvenire una pistola a salve, un coltello e la refurtiva asportata.

Gli arrestati sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.