Presunto “rapimento” a Trentola. Donna con bimba piccola avvicinata da due stranieri

L'episodio è al vaglio degli uomini dell'arma dei carabinieri

TRENTOLA DUCENTA – Qualcosa sarebbe accaduto ma chiamarlo “tentativo di rapimento” è davvero eccessivo, ma soprattutto, potrebbe scatenare un panico immotivato.

Stiamo parlando della vicenda avvenuta nella giornata di ieri nel comune di Trentola Ducenta, dove, in via Rossini, come confermato dai carabinieri, una donna insieme con la figlia piccola, è stata avvicinata da due stranieri.

Da lì è partito il panico. I due avrebbero detto qualcosa alla donna, ma al momento non siamo in grado di dirvi cosa.

La vicenda è stata riportata dal presidente del consiglio di circolo Michele Apicella il quale scrive:

In qualità di presidente del consiglio di circolo dell’istituto scolastico “Giovanni Paolo ll “ritengo doveroso esprimere la mia vicinanza e quella di tutto il consiglio di circolo ai genitori della bambina coinvolta nell’increscioso episodio di stamani!!Ci siamo immediatamente attivati per chiedere maggiori controlli all’esterno dei plessi scolastici.Confidiamo nel lavoro delle forze dell’ordine affinché simili episodi non abbiano più a ripetersi!Come genitore mi sento di spronare tutti ad una maggiore attenzione!!

Ed aggiunge:

A quanto pare hanno tentato di rapire una bimba fuori al plesso scolastico di via Rossini.

Il tutto è stato denunciato ai carabinieri di Trentola Ducenta i quali stanno cercando di verificare i fatti con esattezza. Ma purtroppo, oramai, il panico in paese ed in rete è già dilagato. Al momento non c’è alcuna conferma ufficiale di un reato commesso.

Nella zona sono installate diverse videocamere e saranno proprio queste registrazioni a chiarire la dinamica.