NAPOLI – Sono molto gravi le condizioni del 14enne rimasto ferito dall’esplosione di un petardo raccolto da terra nella giornata di ieri.

Come riportato da Il Mattino l’esplosione ha causato danni al labbro ed alla mano, letteralmente maciullati dalla deflagrazione.

«Il ragazzo è stato sedato con la morfina, abbiamo effettuato la Tac ed altri esami che escludono danni maggiori ad organi interni, ma la prognosi resta riservata – avverte Pino Visone, il medico di turno ieri pomeriggio al reparto emergenza del Cardarelli – in quanto l’interessamento di varie parti del volto e della mano, colpiti da lesioni molto gravi, non ci consentono di dire, almeno per ora, se sia fuori pericolo di vita».

Il fatto è accaduto intorno alle 14,00 di ieri, quando il ragazzino, in compagnia di alcuni coetanei, si aggirava nei campi a ridosso dei palazzoni della 167 di Secondigliano per recuperare petardi inesplosi e poi farli esplodere.