Processo Resit. Condannato a 18 anni l’avvocato di Parete Cipriano Chianese

Giunge la sentenza da parte dei giudici

PARETE / GIUGLIANO – Giunge la sentenza della Corte d’Appello di Napoli riguardante l’inchiesta Resit.

Condannato l’avvocato di Parete Cipriano Chianese a 18 anni, rispetto ai 20 anni nella sentenza di primo grado.

Tra gli imputati anche l’ex sub commissario di governo per l’emergenza in Campania, Giulio Facchi e i fratelli Elio, Generoso e Raffaele Roma, imprenditori del settore.

Si tratta dell’impianto tra Giugliano e Parete nel quale per decenni, anche durante il periodo dell’emergenza rifiuti gestita dal Commissariato, sono stati sversati rifiuti tossici senza alcun controllo per ordine dei Casalesi.