Processo Resit. Le richieste di condanna del procuratore. Oltre 50 anni di carcere

Ecco tutte le possibile condanne nel processo d'Appello

PARETE – Il Procuratore generale, durante la sua requisitoria, ha chiesto 18 anni di carcere per Cipriano Chianese.

Si tratta del processo per l’inquinamento della discarica Resit tra Parete e Giugliano.

Secondo la Procura Antimafia era gestita dal clan dei Casalesi.

Ieri mattina si è conclusa la requisitoria che vede imputati anche l’ex sub commissario di governo per l’emergenza in Campania Giulio Facchi, Gaetano Cerci, i fratelli Elio, Generoso e Raffaele Roma.

Chiesti più di 50 anni di carcere. Il processo dovrebbe concludersi entro la fine del mese di novembre.