Operaio morì schiacciato da un macchinario. 8 condanne

Giungono le condanne per il tragico incidente sul lavoro

PIGNATARO MAGGIORE – L’operaio Lorenzo Borelli morì schiacciato da una pressa mentre lavorava all’interno dello stabilimento di Pignataro Maggiore.

Il giudice Comella del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha inflitto 8 condanne per omicidio colposo.

La sentenza ha emesso le seguenti pene:

1 anno e mezzo ad Andreas Gerhard Beker, 1 anno e 4 mesi per Giuseppe Merola, 1 anno e 5 mesi per Piero Faccioli, Alfredo Ruggero, Claudio Insero, Maurizio Esposito, Giuseppe Laudisa e Raffaele Terracciano.

Inoltre disposto anche un risarcimento per le parti civili, assistite dagli avvocati Carlo De Stavola, Rocco Trombetti ed Elisabetta Carfora. Nel collegio difensivo gli avvocati Raffaele Russo Sperlongano, Botti, Vercelli.