Investe ed uccide lavavetri sul Vialone. Chiesti 30 anni per il conducente

Il pm della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Annalisa Imparato ha chiesto 30 anni di carcere

San Nicola La Strada / Marcianise – E’ iniziato il processo con rito abbreviato a Giovanni Buonanno, 22 anni, di Marcianise.

Il giovane è accusato di omicidio volontario pluriaggravato per la morte di Modou Diop, 28 anni, senegalese, investito lo scorso febbraio all’altezza del semaforo della rotonda di San Nicola.

L’incidente, secondo l’accusa della procura, non era accidentale poiché Buonanno aveva avuto un alterco al semaforo con la vittima, che avrebbe colpito l’auto di Buonanno con un pugno.

Il pm della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Annalisa Imparato ha chiesto 30 anni di carcere.

Il ragazzo, fingendo in un primo tempo di investirlo, poco dopo lo ha travolto, provocandogli gravissimi traumi e ferite che ne hanno causato la morte, avvenuta a 2 giorni dall’incidente.