Immagine di repertorio

Santa Maria Capua Vetere – E’ Accusato di concorso esterno al clan dei Casalesi. Il procuratore generale ha chiesto la conferma della condanna a 6 anni e 8 mesi per Gianni Morico.

Si tratta del processo bis a carico dell’imprenditore “Re del pane” di Santa Maria Capua Vetere.

Gianni Morico venne coinvolto nella maxi inchiesta condotta dalla Dda di Napoli concernente un gruppo criminale legato al boss Michele Zagaria che aveva acquisito il controllo di attività imprenditoriali tra Grazzanise, Cancello ed Arnone, Santa Maria Capua Vetere, Sparanise, Teano e Giugliano in Campania.

Nei suoi negozi secondo le indagini dell’Antimafia si sarebbero tenuti anche gli incontri del gruppo criminale del clan dei Casalesi.