PIEDIMONTE MATESE – Si è volto l’interrogatorio del maresciallo della polizia municipale di Piedimonte Matese.

Si tratta dell’uomo coinvolto nella vicenda di ricatti e foto compromettenti ai danni della ex moglie e del compagno, noto politico del Beneventano.

Il vigile ha negato ogni accusa, dichiarando di non aver mai minacciato nessuno o di aver scattato le foto compromettenti con le quali avrebbe poi estorto denaro all’assessore.

Il suo avvocato difensore ha presentato l’istanza per la la revoca degli arresti domiciliari a carico del suo assistito.