CASORIA / AFRAGOLA – Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica Presso Il Tribunale Di Napoli Nord, i Carabinieri del Nucelo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casoria, hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di quattro persone, rispettivamente di anni 48, 67, 54 e 28, tutte residenti ad Afragola, indagate, a vario titolo, per i reati di usura e tentata estorsione in danno del titolare di una agenzia di scommesse di Casoria.

Le indagini sono state avviate nel mese di gennaio 2014 a seguito di alcuni espidosi di usura segnalati ai Carabinieri dal citato imprenditore, che era stato anche minacciato nel caso in cui non avesse provveduto a ritirare quanto denunciato alle Forze dell’Ordine.

La svolta a livello investigativo ha avuto luogo in occasione di due distinte aggressioni, poste in essere rispettivamente nel mese di gennaio 2014 e ottobre 2016, sia ai danni del titolare dell’agenzia di scommesse sia di suo figlio, al fine di ottenere il versamento degli interessi usurari sul prestito maturati sino ad allora.

l riconoscimenti fotografici e le dichiarazioni raccolte nel corso delle indagini hanno consentito di raccogliere un grave quadro indiziario nei confronti dei destinatari del provvedimento restrittivo emesso dal Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord.