Tra pochi giorni avranno inizio i lavori di messa a norma dello stabile che ospita il Commissariato di P.S. di Marcianise (CE). Ne parliamo con Antonio Porto, Segretario Generale Provinciale del sindacato di polizia LeS (Libertà e Sicurezza).

D.: Segretario Porto, presso lo stabile che ospita il Commissariato di Polizia di Marcianise, a breve inizieranno importanti lavori di manutenzione. Ci risulta che il sindacato che lei rappresenta ha svolto un importante ruolo affinché questi lavori venissero approvati?

R.: In effetti l’attuale stabile dove si trova questo importante presidio di polizia, era ridotto in condizioni non più tollerabili. Io personalmente, insieme ai colleghi del sindacato locale abbiamo attivato tutte le procedure affinché venisse certificato non a norma ed, infatti, lo stesso Medico competente ha riconosciuto che non rispettava le normative sulla sicurezza del lavoro, così come previste dalla legge 81 del 2008. Questo era un passaggio fondamentale perché potessero attivarsi le procedure per la sistemazione dell’immobile.

D.: Cosa è previsto che si faccia?

R.: Le criticità del fabbricato sono sia di tipo strutturale che igienico-sanitarie. Ne ho personalmente parlato con il Sig. Questore di Caserta, il dott. Antonio Borrelli, al quale ho rappresentato la grave situazione ed, in verità, l’ho trovato molto sensibile al tema, perché, come Datore di Lavoro, ha esaminato molto attentamente quanto gli abbiamo sottoposto e si è avviato una utile sinergia che ha portato all’approvazione delle opere che partiranno a breve.

D.: Immagino che siate soddisfatti per l’esito positivo?

R.: in realtà la nostra soddisfazione, sia come operatori di Polizia che come sindacalisti è solo a metà.

D.: come sarebbe a dire?

R.: E’ presto detto, quando il Questore ci ha illustrato gli interventi che saranno effettuati, noi speravamo in qualcosa di più e di meglio perché il nostro auspicio era quello di far trasferire la sede del Commissariato in un immobile oltre che più nuovo, anche migliore anche sotto il punto di vista logistico. Purtroppo, però, ci siamo scontrati con la burocrazia del nostro Paese con tutto ciò che questo comporta ed, alla fine, anche la Polizia ha dovuto arrendersi ad essa.

D.: sappiamo, però, che lei si è anche incontrato con il Sindaco di Marcianise.

R.: E’ vero, ho avuto un incontro con il Sindaco di Marcianise, Antonello Velardi che ha confermato la volontà della sua Giunta di mettere a disposizione del Dipartimento di P.S. l’immobile individuato precedentemente per la nuova sede del Commissariato ed il Questore, in sintonia con il Sindaco, ha assicurato di accelerare i tempi per una soluzione condivisa.

D.: Riconoscerà che non è male, come prospettiva.

R.: Riconosco che, al momento, il Sig. Questore non poteva ottenere di più e, pur sperando nella nuova sede, abbiamo apprezzato e condiviso la scelta del sig. Questore, di garantire a prescindere la sicurezza del personale nell’attesa della nuova ubicazione.