Parete, Pellegrino: “Vogliamo giustizia per Luigi, è forte e sta lottando”

PARETE – Il sindaco di Parete, Gino Pellegrino, torna ad affrontare la vicenda del piccolo Luigi, il 14enne rimasto gravemente ferito la vigilia di Natale.

Dopo i recenti aggiornamenti sulle indagini dei carabinieri, in molti provano a dare una spiegazione su cosa possa essere successo quella mattina.

L’invito del sindaco è quello di evitare assolutamente qualsiasi “condanna mediatica” e di lasciar lavorare gli inquirenti, i quali arriveranno sicuramente alla verità.

Attraverso un post su Facebook manifesta la propria solidarietà per Luigi e la sua famiglia, affermando “Sono andato più volte in ospedale, è il mio pensiero quotidiano“, inoltre continua “è forte e sta lottando da tanti giorni“.

Ecco il post integrale pubblicato poco fa:

In questi giorni abbiamo una grossa pressione mediatica sulla nostra città.
Tutti vogliamo giustizia per Luigi e sono certo che si arriverà alla verità, ma evitiamo di improvvisarci in ricostruzioni dei fatti e in “condanne mediatiche” senza avere ancora ne indagati, ne rinviati a giudizio e tantomeno condannati. Lasciamo lavorare in serenità i Carabinieri e la Magistratura che con tanto impegno e professionalità dal 24 dicembre stanno lavorando ininterrottamente sul caso. Chi sa parli e soprattutto rinnovo l’invito al responsabile a costituirsi, ma evitiamo di alimentare inciuci e accuse a persone senza nemmeno un processo. C’è modo e modo di ferire o uccidere una persona e la calunnia è sicuramente una di queste. Il nostro desiderio più grande è che Luigi possa avere una pronta guarigione e che sia fatta giustizia, ma solo le indagini e un regolare processo possono portarci alla verità. Sono andato più volte in ospedale a portare l’abbraccio della città alla famiglia e chiamo tutte le sere per aggiornarmi sulle condizioni del ragazzo. È il mio pensiero quotidiano. Luigi è ancora in condizioni difficili, ma sono ottimista, è forte e sta lottando da tanti giorni e sono certo che ne uscirà bene.
La nostra comunità si trova ad affrontare una prova difficile, cerchiamo di affrontarla tutti assieme con dignità.