Parete. 21 arresti per truffa. Oggi i primi interrogatori di garanzia

In corso tutti gli accertamenti del caso per ricostruire l'intera organizzazione

PARETE – Si terranno nella giornata di oggi i primi interrogatori di garanzia dei 21 arrestati per truffa tra i comuni di Parete, Lusciano, Trentola Ducenta e Villa Literno.

Sono tutti accusati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa. L’attività info-investigativa ha consentito di delineare l’esistenza di una ramificata associazione per delinquere avente base operativa a Parete, capeggiata da marito e moglie, Raffaele PezoneGilda Ucciero.

8 persone sono finite in carcere, mentre altre 13 agli arresti domiciliari.

Contattavano utenti che pubblicavano annunci online, qualificandosi come dipendenti del sito internet oppure come avvocati e/o agenti della polizia postale e chiedevano somme dagli 800 ai 2000 euro per evitare finte denunce o controversie legali.

Questo meccanismo truffaldino avrebbe fruttato oltre 100mila euro in un anno. Oggi si svolgeranno i primi interrogatori di garanzia dinanzi al giudice delle indagini preliminari.