Palestra nel Casertano con attrezzi rubati. Denunciato il titolare

CASERTA – Il 4 Ottobre scorso, una banda di circa 6 – 8 persone ha messo a segno un colpo dal valore di un milione di euro presso un deposito a Panighina (Bertinoro) ai danni di un’azienda di logistica che lavora con anche la Technogym.

Rubate 350 bici da spinning di ultima generazione della Technogym, dal valore 3500 euro ciascuna, equipaggiate di tablet, e cinque tapis roulant da 10mila euro ciascuno.

Sul caso indagano i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Meldola, guidati dal luogotenente Gino Lifrieri e dal comandante di Compagnia, il capitano Filippo Cini, i quali hanno rintracciato una parte della refurtiva in una palestra del Casertano.

Sono state individuate e recuperate, grazie ai numeri seriali e d’immatricolazione, ben 22 spin-bike in una palestra. Attraverso il monitoraggio degli acquirenti (sei denunciati per ricettazione, tra cui anche titolari di palestre) gli uomini dell’Arma sono riusciti a risalire ad uno dei componenti della banda, un napoletano di 52 anni, che dovrà rispondere dell’accusa di furto aggravato in concorso.