Fabbrica abusiva a San Marcellino. Blitz della Finanza

Sequestrato l’intero opificio, i 36 macchinari trovati al suo interno e 150 kg di rifiuti speciali costituiti dagli scarti di lavorazione

Immagine di repertorio

San Marcellino – Ancora sequestri di attività commerciali e discariche abusive nella “Terra dei Fuochi”. Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle del Gruppo di Aversa hanno messo i sigilli ad un calzaturificio completamente abusivo allestito in un seminterrato di un edificio adibito a civile abitazione.

I militari della Compagnia di Aversa hanno individuato un calzaturificio completamente abusivo, allestito nel seminterrato di una palazzina sita a San Marcellino dove l’attività commerciale, che produceva a pieno regime, non era in possesso di alcuna Partita Iva né aveva stipulato alcun contratto per lo smaltimento dei rifiuti speciali prodotti.

Al memento dell’intervento, oltre al titolare, sono stati scoperti anche 3 lavoratori completamente “in nero” che operavano con macchinari e solventi vari senza l’adozione delle necessarie misure antinfortunistiche e senza un adeguato sistema di aspirazione dei fumi generati.

Veniva così sequestrato l’intero opificio, i 36 macchinari trovati al suo interno e 150 kg di rifiuti speciali costituiti dagli scarti di lavorazione, pronti per essere illecitamente smaltiti sul territorio.

Anche questi risultati dimostrano l’importanza del controllo economico-finanziario del territorio esercitato dalla Guardia di Finanza e finalizzato all’individuazione di quelle imprese che scaricano sulla collettività i costi sociali della loro attività illegale, sfruttando ingiusti vantaggi economici e danneggiando le altre aziende sane e corrette che operano sui loro stessi mercati.