Operazione “Galassia Casalese”. Chieste le condanne per il processo d’appello

Il Procuratore Generale ha formulato le richieste di condanna

CASAL DI PRINCIPE / SAN CIPRIANO D’AVERSA – Durante il processo d’Appello nell’ambito dell’operazione “Galassia Casalese”, il Procuratore Generale ha formulato le richieste di condanna.

Si tratta di una importate operazione condotta dalla Dda di Napoli nei confronti della fazione Iovine del clan dei casalesi.

Venne inferto un duro colpo agli interessi economico-criminali al gruppo criminale i cui componenti sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, detenzione illegale di armi, riciclaggio ed illecita concorrenza. In totale furono 53 gli indagati.

Coinvolto Antonio Iovine, detto o’ ninno, oggi collaboratore di giustizia insieme alla moglie Enrichetta Avallone. Per lei a settembre il PG chiese 12 anni di carcere ed effettuò queste richieste di condanna: per Garofalo chiesti 4 anni; per Armando Di Chiara chiesti 7 anni; per Del Frate chiesti 7 anni; per Giuseppe Di Chiara chiesti 5 anni.

Chieste le condanne per altri 15 componenti del clan e per Giuseppe Iovine, fratello di quest’ultimo, che in primo grado era stato assolto. Nel collegio difensivo gli avvocati Paolo Caterino, Mirella Baldascino, Angelo Raucci, Giuseppe Tessitore per i coniugi Iovine. La sentenza è prevista per gennaio.

Corrado De Luca anni 4
Francesco Iovine anni 3
Filomena Iovine anni 3
Nicola Martinelli anni 8
Francescio Cantile anni 8
Cristofaro Coppola anni 7
Vincenzo Della Volpe anni 9
Luigi Di Bello anni 9
Salvatore Diana anni 9
Antonio Ferri anni 8
Francesco Ferri anni 6 e mesi 6
Nicola Fontana anni 7
Nicola Sicurezza anni 7
Giuseppe Iovine anni 7
Gaetano Manno anni 9