Ondata di gelo anomalo. Protezione civile si prepara. Allerta massima come nel 1985

Il gelo arriverà domenica e si farà sentire con temperature anche a -10 gradi

NAZIONALE – «Confermata l’ondata di gelo di notevole intensità che colpirà l’Europa dalla Siberia a partire dal prossimo weekend, sotto i gelidi venti di Buran».

A dare conferma della situazione il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “Si tratta di un evento davvero eccezionale per durata, estensione ed intensità, come non si vedeva da anni e che farà sicuramente parlare di sé. Si partirà da Scandinavia, Russia e Stati orientali, ma il gelo siberiano dilagherà poi anche su Germania, Danimarca, Olanda, Belgio, poi Francia e persino Gran Bretagna ed Irlanda Temperature in tracollo con gelo intenso almeno fino ai primi di marzo, valori anche sotto i -10°C in pianura e temperature sotto la media fino a 10/15°C.”.

Il gelo arriverà in Italia già da domenica e sarà paragonabile a quella del febbraio 2012 o del gennaio 1985 con temperature anche a -10 gradi rispetto la media stagionale. Lo fanno sapere i meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it, precisando che sono attese nevicate, un crollo termico e giornate di ghiaccio (ovvero con temperature che anche di giorno non supereranno lo zero).

Tra lunedì e martedì le temperature potrebbero scendere su valori di oltre 10 gradi al di sotto della media stagionale (con minime intorno a -7, -8 anche in pianura e massime intorno allo zero, ma a causa del wind chill le percepite potranno risultare nell’ordine di -10/-15).

«Saranno possibili rovesci di neve in pianura localizzati e a tratti sottoforma di blizzard su quasi tutta l’Europa – prosegue l’esperto di 3bmeteo.com – dalla Russia alla Francia, ma anche Inghilterra, Balcani, Scandinavia; solo la Penisola Iberica dovrebbe rimanere tagliata fuori.

Disagi per la circolazione stradale e ferroviaria. Anche Trenitalia si mobilita in seguito al bollettino diramato dalla Protezione Civile.

Prima del grande gelo faremo i conti con tre giorni di temporali su tutta la Campania.