OMICIDIO SALES A SANTA MARIA C.V. Chiesti 16 anni per l’assassino

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Il Procuratore generale della Corte di Appello di Napoli ha chiesto 16 anni di carcere per Niko Merola ritenuto colpevole dell’omicidio di Annamaria Sales, 53 anni avvenuto in via Saraceni a Santa Maria Capua Vetere.

L’omicidio è avvenuto il 15 febbraio del 2015, perchè l’assassino pensava che la donna fosse a conoscenza di alcune informazioni sulla morte di sua madre, tutt’ora rimasto irrisolto. Infatti Merola al culmine di una lite con la donna avrebbe estratto una pistola 7,65 e ha sparato un solo colpo, prendendola al torace, e uccidendola davanti alla figlia di 21 anni.

Prima di fuggire si sarebbe rivolto alla giovane e le ha detto: “Io non ho mia madre e ora anche tu sei senza madre”. Il giovane si sarebbe poi allontanato e si rifugiato a casa del padre, con il quale non convive. L’uomo ha avvertito i Carabinieri che, insieme agli agenti del Commissariato di Santa Maria Capua Vetere e della Squadra Mobile della Questura di Caserta, l’hanno fermato con l’accusa di omicidio e porto abusivo d’arma da fuoco.