Omicidio e rapina. Due arresti ad Aversa. Svolta nel caso del corpo trovato a Teverola

TEVEROLA / AVERSA – Gli uomini dell’arma dei carabinieri di Aversa hanno svolto un’indagine lampo e senza trascurare alcun dettaglio sul caso del ritrovamento del corpo del giovane senza vita nelle campagne di Teverola.

I militari questa mattina hanno tratto in arresto due persone per rapina, omicidio e tentato omicidio. Si tratta di I. H. e C. C., di Aversa, in quanto presunti responsabili della morte di A. X., il ragazzo trovato morto due sere fa.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la morte del giovane ed il ferimento del 30enne di Casapesenna, ricoverato al Cardarelli di Napoli, per un colpo di arma da fuoco, sono collegati.

Quest’ultimo sarebbe stato rapinato da una banda di tre persone, ma la sua reazione avrebbe scatenato una sparatoria durante la quale uno dei rapinatori sarebbe stato colpito in pieno petto da un proiettile, mentre un secondo colpo ha preso il giovane alla gamba.

Ora saranno le perizie balistiche e gli esami sulla salma del giovane a stabilire con precisione la dinamica dei fatti. Seguiranno eventuali aggiornamenti.