Omicidio Letizia. Condannati a 30 anni di carcere due esponenti del clan

Arriva la conferma della condanna in Cassazione

CASAL DI PRINCIPE – La Cassazione ha confermato la condanna a 30 anni do carcere per i due imputati dell’omicidio di Paolo Letizia.

Si tratta di Giuseppe Russo e Salvatore Cantiello, difesi dagli avvocati Giovanni Cantelli, Enzo Dio Vaio e Carlo De Stavola.

I due imputati sono ritenuti dagli inquirenti esponenti del clan dei casalesi, ed esecutori materiali dell’omicidio. Mentre i mandanti sarebbero Francesco Bidognetti, Francesco Schiavone e Walter Schiavone processati separatamente in un altro procedimento.

La vicenda risale al 19 settembre 1989 quando intorno le 22,15 venne rapito da due giovani armati e mascherati, ma il suo corpo non venne mai ritrovato, infatti viene considerato un caso di lupara bianca. L’omicidio venne a galla grazie ad alcuni collaboratori di giustizia.

Fonte: Caserta news