Omicidio di camorra. 40 anni di carcere al commando armato

Due persone con volto coperto, giunte in auto, fecero irruzione aprendo il fuoco con 5 colpi di fucile cal. 12

Immagine di repertorio

Marcianise – Giunge la condanna da parte del Tribunale per l’omicidio di Raffaele Paolella, alias “o’ meccanico”, ucciso nella serata del 10 aprile 1991.

Condannati a 12 anni di carcere (a testa) Antonio Letizia e Salvatore Belforte, 16 anni per Vittorio Musone.

I fatti risalgono alla tarda serata del 10 aprile 1991, quando la vittima, esponente del clan “Piccolo”, rivale al clan Belforte, è stato oggetto di un agguato realizzato all’interno di un circolo ricreativo di Marcianise.

Due persone con volto coperto, giunte in auto, fecero irruzione aprendo il fuoco con 5 colpi di fucile cal. 12.

Fin da subito le indagini sono state orientate verso il clan rivale. Solo alcuni anni dopo, grazie alle dichiarazioni di importanti collaboratori di giustizia si è giunti ad una svolta nelle indagini.