DRAGONI – Nel processo che vede il 62enne Massimo Bianchi imputato per l’omicidio di Maria Tino di 49 anni, avvenuto nel marzo 2017, il Pm ha chiesto il massimo della pena.

Eragostolo, quindi per l’uomo che ha ucciso con tre colpi di pistola l’ex compagna nella piazza del paese di Dragoni nell’Alto Casertano.

Il Bianchi avrebbe dimostrato anche il suo pentimento con una lettera, ma che non ha commosso nessuno.

Una storia d’amore molto tormentata la loro, la quale si è conclusa con l’omicidio di Maria Tino perchè aveva deciso di troncare definitivamente la relazione con il suo assassino. Ora bisognerà attendere la decisione del giudice.