Uccide la ex a colpi di pistola. Riduzione di pena per l’assassino

La Procura aveva invocato l’ergastolo

Dragoni – La Corte di Appello di Napoli, dopo la seduta di consiglio, ha ridotto la pena a carico di Massimo Bianchi.

Si tratta del 62enne accusato di aver ucciso la sua compagna Maria Tino, nel 2017, con tre colpi di pistola in piazza, a Dragoni.

I giudici hanno escluso la premeditazione, riducendo di quasi due anni la pena per l’assassino.

Bianchi, infatti, è stato condannato a 17 anni e 6 mesi. La Procura aveva invocato l’ergastolo.