L’omicidio del pedofilo. Nasta si difende: “Ero in un negozio, non sono stato io”

L'arrestato si difende davanti ai PM

SAN FELICE A CANCELLOGeneroso Nasta, di San Felice a Cancello e Giuseppe Massaro di Sant’Agata de Goti sono stati arrestati lo scorso dicembre per l’omicidio di Giuseppe Matarazzo.

Si tratta del pastore di Frasso Telesino ucciso a colpi di pistola, all’eta’ di 45 anni, lo scorso 19 luglio, dopo essere uscita dal carcere per scontare una condanna per abusi su una 15enne che nel gennaio del 2008 si è suicidata, impiccandosi ad un albero.

Questa mattina si è svolto l’interrogatorio di Nasta, il quale è accusato di aver condotto l’esecutore dell’omicidio verso casa della vittima.

Davanti al Pm Francesco Sansobrino, nel carcere di Benevento, avrebbe fatto i nomi di altre persone che, secondo lui, potrebbero essere coinvolti nella vicenda.

Inoltre il 30enne sanfeliciano ha dichiarato che quella sera si trovava in un negozio di Acerra ed il tutto sarebbe testimoniato dalle videocamere di sorveglianza. La procura di Benevento verificherà la veridicità delle affermazioni.