Omicidio Formicola. L’avvocato difensore chiede l’omicidio involontario

SAN MARCELLINO / LUSCIANO – Questa mattina si è svolta l’udienza relativa al processo sull’omicidio di Stefania Formicola, 28enne di San Marcellino, uccisa il 19 ottobre 2016 dal 34enne di Lusciano Carmine D’Aponte.

L’avvocato difensore, Mario Angelino, ha chiesto ridurre il reato da omicidio volontario ad omicidio colposo.

Infatti secondo la tesi difensiva D’Aponte non aveva intenzione di uccidere la compagna, l’assassinio sarebbe stato, quindi, involontario.

Stefania venne raggiunta da un singolo colpo di pistola al petto, un unico colpo che risultò fatale. La prossima udienza ci sarà a febbraio.