Ucciso per un debito. Niente sconto di pena per l’omicida. “Ha sparato volontariamente”

Confermata la tesi della pubblica accusa

SAN NICOLA LA STRADA / CASORIA – Nell’Aprile del 2015 avvenne l’omicidio di Agostino Fiorito nel comune di San Nicola La Strada.

Per quel delitto è stato condannato Mauro Biancardo, 69 anni di Casoria, il quale, secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, avrebbe fatto fuoco contro la vittima per un debito.

La condanna di primo grado è stata confermata in appello ed infine anche in Cassazione, dove l’avvocato difensore ha cercato di dimostrare l’omicidio accidentale.

I giudici del terzo grado di giudizio hanno ritenuto che Biancardo abbia usato volontariamente la pistola per minacciare e poi uccidere il suo debitore, respingendo, così lo sconto di pena.