Omicidio a Castel Volturno: possibile svolta nelle indagini

Si tratterrebbe di una ritorsione per un "torto" subito

Immagine di repertorio

Castel Volturno – Vige uno stretto riserbo sulle indagini dell’omicidio del 30enne Nigeriano avvenuto a Castel Volturno giovedì 10 settembre, ma gli investigatori potrebbero essere giunti ad una svolta.

Dalle prime indiscrezioni trapelate, infatti, i carabinieri della compagnia di Mondragone sarebbero già sulle tracce dei responsabili dell’agguato.

Si tratterrebbe di una ritorsione per un “torto” subito, il quale ha portato alla morte ed al ferimento di due immigrati incensurati. Si escluderebbe, quindi, la pista della criminalità organizzata.

La dinamica dell’agguato:

Intorno alle 18,00, in via Brescia a Castel Volturno, un’auto con circa 4 persone a bordo, tutte italiane, è giunta sul posto. Un uomo è sceso armato di pistola con un obiettivo ben preciso.

Prima avrebbe fatto fuoco contro un connazionale della vittima, sul posto per puro caso, successivamente ha sparato almeno 4 colpi di pistola contro il 30enne uccidendolo all’istante.

Il gruppo si è dato alla fuga, abbandonando poco distante la vettura utilizzata per l’agguato.