Nola. Panico meningite al Vulcano Buono. La bufala dilaga su Whatsapp. Interviene anche l’Asl

Una bufala che ha scatenato il panico tra tantissimi cittadini

NOLA – Sono già diversi giorni che sta circolando in rete, ma soprattutto tramite Whatsapp, un file audio alquanto allarmante.

Secondo questo messaggio audio ci sarebbe un presunto contagio di meningite in corso al centro commerciale “Vulcano Buono” di Nola. La nota vocale non è niente altro che una bufala, e fa riferimento alla piccola Sofia Ambrosino, la bimba di 7 mesi morta a causa di una meningite fulminante, contratta, sempre secondo l’audio falso, all’interno del parco commerciale durante una passeggiata con i genitori.

Sempre nell’audio si aggiunge anche che i gestori del “Vulcano” si sarebbero rifiutati di chiudere la struttura per le opportune attività di disinfestazione.

Questa falsa notizia ha allarmato tantissimi cittadini ed ha costretto l’Asl di Napoli ad intervenire con una nota stampa:

“L’Azienda ospedaliera dei Colli comunica, in merito al messaggio audio fatto circolare via WhatsApp su un presunto rischio contagio da meningite presso il centro commerciale Vulcano Buono, che da parte dell’Azienda non è stato diramato alcun allarme e che, pertanto, la notizia risulta priva di ogni fondamento”.