Nicola Inquiento verrà condotto in Italia. Accolto il ricorso delle autorità

Verrà condotto in Italia dalle autorità Romene

AVERSA / CASAPESENNA – La Corte di Appello di Pitesti in Romania, ha accolto il ricorso dell’antimafia per la consegna alle autorità italiane di Nicola Inquieto.

Le autorità Romene lo consegneranno in via temporanea al tribunale di Napoli sulla base del mandato europeo.

Nicola Inquieto è ritenuto dagli inquirenti la persona che avrebbe riciclato, per conto dell’ex boss dei Casalesi Michele Zagaria, centinaia di milioni di euro provenienti dagli affari illeciti del clan.

Ha creato un vero e proprio impero economico in Transilvania, con case, palazzi, locali e centri benessere. Ora verrà ascoltato dagli inquirenti italiani nell’ambito dell’inchiesta che ha portato all’arresto anche del fratello Giuseppe Inquieto 48 anni, residente ad Aversa.

LEGGI QUI TUTTI I DETTAGLI