Truffatori usano call center per ingannare gli anziani. Si fingono carabinieri ed avvocati per chiedere soldi. 2 arresti

Un sistema molto semplice grazie al quale hanno truffato migliaia di euro

CASERTA / NAPOLI – Sono accusati di aver messo in piedi un’associazione a delinquere in diversi comuni della Campania, per commettere truffe ad anziani.

Si tratta di due persone, G. A. ed il figlio, E. A., entrambi di Napoli, già agli arrestati dai carabinieri di Caserta insieme con altre 13 persone perchè ritenuti gli  organizzatori ed autori di una serie di truffe agli anziani.

Attraverso un call center gestito dai complici, venivano contattate telefonicamente persone anziane e, fingendosi parenti, avvocati o appartenenti alle forze dell’ordine, le inducevano con raggiri a consegnare denaro e oggetti in oro a delle persone che si presentavano alla loro porta.

Sono le stesse accuse con la quale la Procura di Salerno ha emesso le ordinanze di arresto. In alcune circostanze le truffe avrebbero avuto un valore complessivo superiore a 20mila euro. Accertati complessivamente 150 episodi di truffa, consumata o tentata, ai danni di persone anziane.