Guardia giurata uccisa. Premio per uno degli assassini

Il giovane ha festeggiato il suo 18esimo compleanno tra amici, parenti e divertimento

Napoli – Permesso premio per uno dei ragazzi che, all’epoca dei fatti tutti minorenni, la sera del 13 marzo 2018 uccise brutalmente a sprangate la guardia giurata Francesco Della Corte.

L’uomo fu aggredito mentre prestava servizio davanti alla stazione di Piscinola della metropolitana con l’obiettivo di rapinargli la pistola d’ordinanza.

I tre imputati, tutti rei confessi, sono stati condannati in primo grado a 16 anni e mezzo di reclusione.

Il permesso è stato accordato tenendo anche conto delle valutazioni degli assistenti sociali, così come previsto dalla legislazione minorile.

Il giovane ha festeggiato il suo 18esimo compleanno tra amici, parenti e divertimento.

Fioccano le polemiche su questa decisione. I familiari della vittima sono sotto choc per questa concessione. Protestano anche le guardie giurate a Napoli.