NAPOLI NORD. Giallo sulla morte del gioielliere. I carabinieri ascoltano i familiari

MARANO – In base ad alcune indiscrezioni, come riportate anche su altre testate, i carabinieri di Giugliano starebbero indagando e vagliando tutte le possibili ipotesi sulla morte del gioiellieri Salvatore Gala.

L’uomo è stato trovato questa mattina senza vita all’interno della sua gioielleria di Marano, ucciso, a quanto pare, da un singolo colpo di pistola. Inoltre la cassaforte è stata trovata completamente vuota, forse a simulare una finta rapina.

Infatti in queste ore i carabinieri stanno ascoltando alcuni familiari del gioielliere, per cercare di capire eventuali spostamenti che potrebbero fornire indizi utili alle indagini. Al vaglio degli inquirenti anche i filmati delle videocamere installate sia dentro che fuori la gioielleria. Salvatore viveva da poco a Qualiano a casa della madre, dopo aver divorziato con la moglie, con cui ha avuto una bimba di 7 anni.

Intanto la salma è stata posta sotto sequestro e trasportata allo studio medico legale di Napoli per l’esame autoptico ed accertare le cause della morte.