NAPOLI – CASERTA. Il clan dei casalesi sugli appalti della Tangenziale. 5 arresti

NAPOLI/CASERTA – Dalle prime ore di questa mattina, i carabinieri del tutela ambiente – Noe Caserta e del Ros stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa, su richiesta della procura distrettuale antimafia di Napoli, nei confronti di 5 persone indagate per turbata libertà degli incanti e intestazione fittizia di beni aggravata dalle finalità mafiose.

Il provvedimento si inquadra in una piu’ ampia manovra investigativa che aveva consentito, nel 2015, l’esecuzione di una misura cautelare a carico di 6 indagati per associazione mafiosa ed il sequestro di beni nei confronti di uno dei soggetti, affiliato al clan dei casalesi-fazione Zagaria.

L’odierno segmento investigativo ha documentato gravi irregolarita’ nello svolgimento delle gare d’appalto per l’aggiudicazione di due importanti opere di manutenzione del tronco autostradale della tangenziale napoletana, per un valore di oltre 1,6 milioni di euro. In particolare, e’ stato accertato il coinvolgimento di due funzionari della società tangenziale di napoli spa che hanno agito fraudolentemente nella formazione degli atti di gara al fine di favorire l’impresa edile co.ge.pi. s.r.l..Contestualmente il Ros sta eseguendo il sequestro preventivo delle quote della co.ge.pi. s.r.l., per un valore di 700 mila euro.