Maxi sequestro da 3 milioni. 4 arresti, coinvolte reti televisive regionali

Avrebbero ottenuto indebitamente contributi statali destinati ad emittenti televisive locali, per circa 2,3 milioni di euro

NAPOLI – Il Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli, sotto il coordinamento della Procura partenopea, sta eseguendo un provvedimento di custodia cautelare personale degli arresti domiciliari nei confronti di quattro persone.

Sono ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata a una frode fiscale per oltre tre milioni di euro e truffa aggravata per aver ottenuto indebitamente contributi statali destinati ad emittenti televisive locali, per circa 2,3 milioni di euro.

Le società televisive coinvolte sono: Julie Italia srl (emittente televisiva «Julie Italia»), Soprodimec srl (emittente televisiva «Telelibera»), Universo 3000 srl (emittente televisiva «TeleAkery»).

Sono inoltre in corso di esecuzione perquisizioni, nonché il sequestro di beni mobili e immobili riconducibili alle società e agli indagati per assicurare alle casse dello Stato i tre milioni di euro ritenuti costituenti l’illecito profitto.