Muore dopo essere stata dimessa 3 volte. Condannata Asl

Soltanto dopo il terzo ricovero uno specialista diagnostica il problema

Immagine di repertorio

Marcianise / Santa Maria Capua Vetere – L’ospedale la dimette 3 volte e lei muore. Il tribunale condanna l’Asl a risarcire i familiari.

Dopo 7 anni la vicenda giudiziaria, riguardante la morte di G.T., una 63enne di Marcianise deceduta per infarto intestinale dopo due settimane di agonia, volge al termine.

La vicenda risale a maggio 2012 quando la donna venne condotta all’ospedale Melorio di Santa Maria Capua Vetere con dolori al petto ed allo stomaco.

Poco dopo venne dimessa, ma dopo 48 ore la donna torna in ospedale per poi essere dimessa nuovamente.

Soltanto dopo il terzo ricovero uno specialista diagnostica il male e si procede all’operazione, ma purtroppo era troppo tardi.

I familiari, rappresentati dai legali Posillipo e Della Marte, hanno fatto causa all’Asl ed il tribunale civile ha riconosciuto un risarcimento danni.