Muore a 33 anni. Dopo otto giorni nessuno reclama il corpo. La decisione del sindaco

Immagine di repertorio

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Dopo otto giorni dal decesso del 33enne, V. B., residente nel comune di Santa Maria Capua Vetere, nessuno ha reclamato il corpo.

Il giovane, di origini rom, come prevede la prassi è stato condotto presso la sala mortuaria dell’ospedale Melorio in attesa che qualche parente o amico reclamasse il corpo, ma purtroppo così non è stato.

Il sindaco di Santa Maria, Mirra, per motivi igienico sanitario ha disposto, tramite decreto, la sepoltura presso il cimitero in uno dei loculi di proprietà comunale ubicati nel “cappellone” dove riposano diverse persone non abbienti.