Home Cronaca Tenta il suicidio in cella dopo aver ucciso la moglie: Marotta salvato...

Tenta il suicidio in cella dopo aver ucciso la moglie: Marotta salvato dagli agenti

Fortunatamente gli agenti della polizia penitenziaria, che lo tenevano sotto stretta osservazione sono intervenuti immediatamente salvandogli la vita

San Felice a Cancello / Santa Maria Capua Vetere – Avrebbe tentato il suicidio in cella Michele Marotta, il 34enne arrestato ieri per l’omicidio della moglie Maria Tedesco, 30enne di Maddaloni.

L’uomo è finito nel carcere di Santa Maria Capua Vetere dopo aver ucciso con diversi colpi di pistola la moglie in una zona di campagna del comune di San Felice a Cancello, in una stradina di Cancello Scalo, via Castello nei pressi dell’Acquedotto Carolino.

Durante la notte, riferisce l’Ansa, Marotta, recluso da solo in cella ha legato un’estremità del lenzuolo all’inferriata della finestra e l’altro al collo, tentando così di impiccarsi.

Fortunatamente gli agenti della polizia penitenziaria, che lo tenevano sotto stretta osservazione sono intervenuti immediatamente salvandogli la vita.

Il 34enne è stato poi condotto in infermeria. Alla base dell’omicidio ci sarebbero motivazioni passionali.

Maria uccisa a colpi di pistola: si costituisce il marito