Maxi sequestro di camorra. Oltre 10 milioni di euro, tra conti bancari e barche

PIGNATARO MAGGIORE – Maxi sequestro milionario eseguito dai carabinieri nei confronti di 16 esponenti di spicco dei clan camorristici Orlando e Nuvoletta-Lubrano, entrambi operanti nei comuni a nord di Napoli.

I militari del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna (Napoli) hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea nell’ambito di una più ampia indagine che, lo scorso 18 aprile, ha portato all’esecuzione di un’ordinanza a carico di 32 affiliati ai clan.

Il valore dei beni sequestrati è stimato in 10 milioni di euro: sigilli a 23 immobili tra ville e appartamenti, 78 rapporti bancari o postali, quote societarie di varie attività tra le quali quelle di maggioranza di una scuola privata, 8 aziende, 2 esercizi commerciali, 18 cavalli da corsa, un’imbarcazione di lusso di 15 metri ormeggiata nel porto di Pozzuoli e 10 auto.

Il sequestro riguarda due clan storicamente alleati come i Nuvoletta di Marano e i Lubrano di Pignataro Maggiore, con legami anche di parentela.