Maxi sequestro ad un noto imprenditore di Aversa. 8 milioni e mezzo. Accusato di usura

AVERSA – Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, in data odierna, ha eseguito un sequestro preventivo emesso dal Gip presso il Tribunale di Napoli nei confronti di Graziano Ferdinando, imprenditore di Aversa, sottoposto ad indagini per usura ed estorsione aggravate dal metodo mafioso poste in essere ai danni di un imprenditore della provincia di Napoli operante nel settore dei trasporti e della logistica di merci.

Dalle attività di indagine è emerso che il Graziano aveva erogato alla sua vittima prestiti per un valore complessivo di E 327.413,00 euro tra il 2010 ed il 2012, ottenendo in restituzione la somma di 425.892,00 euro e la cessione di 3 immobili ubicati nella provincia di Napoli, per un valore commerciale di oltre 350.000,00 euro, ad un tasso di interesse quantificato nel 175,996 % annuale.

Si è altresì accertata la titolarità, da parte del Graziano, di un patrimonio mobiliare e immobiliare di dimensioni assolutamente sproporzionate rispetto agli redditi dichiarati ed è stato pertanto disposto il sequestro di n.33 immobili, ubicati nelle nelle provincie di Caserta e di Napoli, per un valore commerciale di circa 8.500.000 euro, di 4 società operanti nel settore immobiliare e costruzioni di imbarcazioni da diporto, di una rivendita di tabacchi, di 7 autoveicoli, di una imbarcazione da diporto del valore di circa 150.000 euro, oltre che di 28 rapporti bancari.