REGIONALE – Vasta operazione dei Carabinieri di Pescara in sei province italiane. Il blitz è partito alle prime ore dell’alba con l’aiuto dei reparti in altre città.

Eseguiti arresti e perquisizioni anche Roma, Bari, Napoli, Chieti e Reggio Calabria da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo i quali hanno eseguito numerose ordinanze di custodia cautelare.

I provvedimenti sono stati disposti dal gip del Tribunale di Pescara su richiesta della locale Procura a seguito di indagini svolte nei confronti di appartenenti ad un’organizzazione dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti operante nel capoluogo Pescarese.

Impegnati circa 150 Carabinieri, unità cinofile ed elicotteri. Lo smercio della droga avveniva nei rioni di San Donato e Rancitelli.

I militari dell’Arma hanno avviato la fase finale dell’operazione denominata “Sparta” alle ore 5 con l’impiego di circa 150 uomini, il nucleo Elicotteristi di Pescara e il nucleo cinofili di Chieti.

L’attenzione si è concentrata in particolare in via Lago di Capestrano e via Rio Sparto dove una nota famiglia rom teneva in piedi un vero e proprio piccolo centro commerciale delle sostanze stupefacenti.

Nel corso dell’intera attività investigativa, avviata nell’ottobre del 2015 partendo dalle rapine che in quel periodo si verificarono a danno dei distributori di benzina, come spiegano il comandante provinciale dei carabinieri Marco Riscaldati, il tenente colonnello Gaetano La Rocca e il maggiore Mauro Di Pietro, sono state arrestate in totale 18 persone, di cui 4 in flagranza di reato nel corso del tempo, 12 su ordine di custodia cautelare firmato dal Gip (giudice per le indagini preliminari) del tribunale di Pescara, Nicola Colantonio, su richiesta del Pm (pubblico ministero), Andrea Papalia.

Le persone indagate in totale sono 48 (di cui 3 minorenni che fungevano da vedette) tra Pescara, Chieti, Napoli, Roma e Reggio Calabria e per 28 di queste oggi c’è stata una perquisizione domiciliare.

Le accuse, per tutti, sono di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.