Giallo sulla scomparsa di MarioPio. Smentita la voce di un’arma

Indagini in corso da parte dei carabinieri di Marcianise

MARCIANISE – Si tinge di giallo la scomparsa del 22enne di Marcianise, Mariopio Zarrillo, il quale non da più notizie di se dalla serata di venerdi.

Si consolida sempre di più l’ipotesi di un allontanamento volontario del giovane, il quale è stato registrato dalle videocamere di un esercizio commerciale, mentre scende dalla sua auto e si allontana a piedi con in spalla uno zaino.

A conferma di una probabile fuga anche le dichiarazioni del sindaco di Marcianise, Antonello Velardi, il quale lo invita a fare ritorno a casa, ecco il post:

Mi associo anche io agli appelli per Mariopio Zarrillo, giovane marcianisano di cui non si hanno più tracce da ieri sera e la cui vicenda sta adesso circolando sia sui social sia in città. Pubblico qui sotto la sua foto, con la speranza di riuscire a dare una mano nelle ricerche sia ai familiari sia agli inquirenti.

Le ultime tracce di MarioPio si fermano in via San Francesco, a Marcianise, dove ieri sera (venerdì) è stato visto intorno alle 22.30 scendere dalla sua auto, parcheggiata più o meno a metà strada, e allontanarsi a piedi, con uno zainetto sulle spalle. Quasi contemporaneamente il suo cellulare ha cessato di dare segnali: lo ha spento e tale è tuttora. Il giovane ha 22 anni, la famiglia abita in via Caserta ed è abbastanza conosciuta a Marcianise. MarioPio è descritto come un bravo ragazzo: fino a poche mesi fa ha lavorato in una casa famiglia di Casagiove. Ieri non ha dato segnali particolari: è uscito di casa dopo pranzo, già con lo zainetto, e ha fatto diversi giri con la sua auto per Marcianise prima di scomparire in serata in via San Francesco. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Marcianise che stanno trattando il caso con una particolare attenzione; gli accertamenti sono ad ampio spettro, ci sono alcuni aspetti ancora da approfondire.

I familiari sono disperati, in ambasce. Il papà Antonio tiene a sottolineare, mio tramite, che aspetta MarioPio a casa: gli chiedo – mi ha detto – di tornare subito, di non aver paura di nulla, di non temere qualsiasi reazione, di non continuare così come sta facendo. Nelle ricerche sono mobilitati i familiari, gli amici, la fidanzata. Diamo una mano anche noi: se qualcuno lo ha visto e sa qualcosa, si rivolga ai carabinieri di Marcianise. O, se preferisce, mi scriva pure, qui, in privato fornendomi elementi utili. Riportiamo MarioPio a casa, presto, subito, prima che sia tardi. Tutti insieme possiamo rintracciarlo.

Nella giornata di ieri “dicerie locali” affermavano che il giovane potesse avere un qualche tipo di arma con se, ma i carabinieri smentiscono tale voce, in quanto, al momento non c’è nessuna prova concreta.