Mariopio, esclusa ipotesi di “istigazione al suicidio”. Indagini in corso

Indagini ancora in corsa da parte dei carabinieri

MARCIANISE – Si sono svolti oggi i funerali del 21enne di Marcianise Mario Pio Zarrillo, suicidatosi con un colpo di pistola in un immobile abbandonato.

Una vicenda che ha lasciato sotto choc l’intera comunità Casertana, e dopo tre giorni dal ritrovamento del corpo, non si conoscono ancora i motivi del tragico gesto.

Sembrerebbe accantonata l’ipotesi dell’istigazione al suicidio da parte degli inquirenti della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e dai carabinieri di Marcianise delegati alle indagini.

Durante le indagini, ancora in corso, non sono stati trovati elementi utili che confermino tale ipotesi. Quello che è emerso, invece, è una vera e propria azione premeditata infatti nei giorni 27 e 28 agosto si sarebbe recato al poligono per ottenere il porto d’armi per uso sportivo e venerdi 31 agosto ha acquistato l’arma in una rivendita di Teano, una pistola Beretta calibro 9×21.

Dopodiché sarebbe ritornato a Marcianise dove ha compiuto l’estremo gesto.