Giallo sul movente del suicidio di Mariopio. I carabinieri tornano sul luogo della tragedia

L'intera comunità è in lutto per questa tragedia

MARCIANISE – Resta il mistero sul movente del tragico gesto di Mariopio Zarrillo, il 22enne di Marcianise trovato senza vita in una villa abbandonata in via San Francesco.

Intorno alle 12,00 di oggi i carabinieri del comando di Marcianise, guidati dal comandante della Compagnia Marco Busetto hanno fatto ritorno sul luogo della tragedia, accompagnati dalla Scientifica e dal Pubblico Ministero.

Si cercano indizi utili alle indagini per cercare di ricostruire la dinamica del dramma.

Si cerca di capire anche cosa ci fosse di vero rispetto a quanto raccontato da un amico di MarioPio, secondo cui quest’ultimo gli aveva confidato di aver paura per “aver visto qualcosa che non doveva vedere”.

Intanto i cittadini hanno organizzato una fiaccolata in memoria del giovane Mariopio:

Di seguito l’annuncio pubblico dal sacerdote.

“La famiglia parrocchiale di San Simeone Profeta di Marcianise in collaborazione con la Croce Rossa Italiana e tutte le associazioni cittadine, civili e militari,

organizza una FIACCOLATA DI SOLIDARIETÀ alla memoria di Mariopio Zarrillo e di vicinanza alla famiglia

Venerdì 7 Settembre 2018, alle ore 21.00
Programma e percorso:
Ore 21 00 Raduno e partenza Piazza Umberto I, via Roma, via Marconi, (deposizione corona di fiori fuori villa Schiavo, momento di silenzio, volo palloncini) via Quercia, via Novelli, via San Simeone, via Battisti, Piazza Carità (preghiera conclusiva)”.