Mistero a Marcianise. Bimbo morto al parto. La mamma:” l’ho sentito piangere”

Potrebbe essere chiarito dopo 30 anni il mistero della famiglia Savastano

MARCIANISE – Una vicenda ancora con tanti punti oscuri quella riguardante un parto gemellare avvenuto nel luglio del 1989, durante il quale sarebbe morto Mario Salvatore Savastano.

Dopo circa 30 anni, come riportato da Il Mattino, il legale della famiglia Savastano, Mauro Foglia, ha ottenuto l’esumazione del corpo del bambino, dichiarato morto alla nascita, per eseguire l’esame del Dna sul piccolo.

La Procura della Repubblica ha già acquisito le cartelle cliniche relative a quel parto che avvenne nel vecchio ospedale di Marcianise a piazza Carità. La madre dei gemelli ha sempre riferito, che al momento della nascita, ha sentito piangere due bambini e che, quindi, il piccolo Salvatore non sarebbe nato morto.

Inoltre, sempre come riportato dal Il Mattino, sul referto medico è presente una cancellatura evidente, ed al Comune di Marcianise, in un controllo dei documenti registrati, Mario Salvatore risultava ancora vivo e nel certificato di nascita non è stata trascritta la data del decesso.

L’esumazione del corpo ed il test del Dna potranno fare chiarezza sulla vicenda.